Nella Regini

In costruzione…

Grande stella dell’operetta, al declino di questa decide di passare alla rivista e, col concorso del proteiforme Carlo Lombardo, allestisce una grandiosa rivista di Renato Simoni a Arnaldo Fraccaroli: Straccinaria.

Spettacolo montato con lusso inaudito, esso contava non soltanto sul lepore, l’arguzia, il gusto ironico e parodistico de due notissimi autori, ma sull’effetto di certi quadri davvero senza precedenti, come quello che raffigurava una grande vetrina di negozio di parrucchiere, nella quale i busti – mannequins – che servivano a mostrare le fogge di pettinature erano deliziosamente vivi.