Nuto Navarrini

In costruzione…

Si rivela a 16 anni al Teatro Fossati di Milano in Madama di Tebe accanto a Gisella Pozzi, Dora Domar e Leo Micheluzzi, avendo già percorso un buon cammino sui palcoscenici. È uno dei tani artisti dell’ambiente dell’operetta che decide, riconosciutone il declino, di passare alla rivista.

Nel primo dopoguerra mette su ditta con Isa Bluette, la soubrette che in breve sarebbe diventata la più amata dal pubblico degli anni Venti.