Due dozzine di rose scarlatte

Commedia di Aldo De Benedetti del 1936.

Trama:

La vicenda gira intorno a un equivoco, che si crea a causa di un mazzo di rose che un marito avrebbe voluto destinare a una bella donna. La moglie penserà che un ammiratore segreto la voglia corteggiare. Il marito continuerà a mandare rose alla moglie, osservando impotente e roso dalla gelosia l’interesse che la donna maturerà per un altro. Commedia di sapore borghese con lieto finale.

Portata in scena con grande successo dalla Compagnia De Sica / Melnati / Rissone.

Nel 1940 un adattamento cinematografico dal titolo Rose Scarlatte vede Vittorio De Sica cimentarsi alla regia con Giuseppe Amato (entrambi alla prima prova).

Qui lo sceneggiato televisivo del 1956 con la regia di Alberto Gagliardelli.