A cavallo tra Ottocento e Novecento si impose la tradizione chiamata “periodiche”: si trattava di ricevimenti ospitati in casa – nelle case borghesi si offriva un buffet freddo, in quelle popolari “tarallucci e fichi” – , la domenica, per parenti e amici. Spesso veniva ingaggiata un’orchestrina e qualche macchiettista o cantante popolare.
Artisti come Rodolfo De Angelis e Totò devono i loro primi passi nel mondo dello spettacolo proprio alle periodiche.

Chiunque avesse informazioni aggiuntive, documenti, fotografie, testi, segnalazioni di artisti e di case famose per ospitare questi eventi è pregato di contattarci tramite l’indirizzo info@teatroleggeroitaliano.it