A cavallo tra Ottocento e Novecento si impose la tradizione chiamata “periodiche”: si trattava di ricevimenti ospitati in casa – nelle case borghesi si offriva un buffet freddo, in quelle popolari “tarallucci e fichi” – , la domenica, per parenti e amici. Spesso veniva ingaggiata un’orchestrina e qualche macchiettista o cantante popolare. Artisti come Rodolfo …